Diari di bordo

Diari di bordo



Diario di Alberto Ragogna"...da queste parti, memore in parte del Cammino di San Benedetto - con cui in minima parte il San Filippo Neri "confina", confidavo di trovare: paesaggi naturali quasi incontaminati, vita semplice, nessuna fretta e persone gentili. 
È andata oltre ogni più rosea previsione.
Stavolta si può proprio dirlo: è il Cammino che ha scelto me, non viceversa."

Diario di Ida e Fulvia"Sesta tappa: da Filetto di Formia a Madonna della Civita
Zero passi sull'asfalto!! Solo sentieri e natura!! Tappa perfetta❤

Diario di Laura Aliberti"Andare piano, fare piano , essere leggera leggera . E mi godo il paesaggio meraviglioso, chiacchiero con i contadini, mi fermo ad ogni Fontana - lavatoio . Mi rilasso davanti alla Chiesa della Madonna di Correano , e poi ammiro gli Aurunci e la valle , l’imponenza del monte Fammera . Cammino , sento, vivo.

Diario Di Carla Adipietro"Un’altra delle magie del cammino è far incontrare persone mai conosciute prima e farle semplicemente riconoscere. Non è il luogo da solo e non è il momento da solo, ma la loro combinazione si fonde, grazie alla motivazione, creando una dimensione tutta unica e preziosa. Solitamente ciò che si vive nel cammino è irripetibile. Perciò lascia un segno nel cuore, che diventa una porta per rientrare senza indugio in quella dimensione al cammino successivo.  Nel frattempo richiama! Il mio consiglio è di non aspettare troppo per ascoltarlo e aprire quella porta."